ALLA SACES MAPEI GIVOVA NON BASTA IL CUORE: VINCE VENEZIA

Una Saces Mapei Givova a dir poco sfortunata, non riesce a violare il Taliercio nonostante una prova piena di grinta e determinazione. Senza Bone, Harmon e Cinili una sfida già complicata contro la Reyer Venezia, si è rivelata un ostacolo insuperabile. Grande cuore, buone giocate, bellissime notizie dalla coppia Diene-Dacic, ma appuntamento con la vittoria rimandato a domenica prossima.

Eppure la Dike ha fatto innervosire non poco coach Liberalotto: la difesa a zona comandata da Molino ha imbrigliato il gioco delle lagunari e nel primo quarto si è vista più Napoli che Venezia. Con la spinta che arrivava dal doppio playmaker (Pastore e Carta) in campo, al 4’ la conclusione di Gemelos generava il primo vantaggio esterno (3-4). La Reyer aveva fortune alterne con le conclusioni dalla distanza, ed allora al settimo minuto due canestri consecutivi di Diene fissavano il punteggio sul 6-10. Era Walker a trovare i punti del nuovo sorpasso un minuto dopo (11-10), prima che la splendida tripla di Gemelos ristabilisse la parità a quota 13 (9’). Bomba di Micovic da una parte, gran canestro di Diene dall’altra e primo quarto concluso sul 16-15.

L’inizio della seconda frazione è ancora targato Saces Mapei Givova: segnano Dacic e Di Battista, ed è nuovo sorpasso ospite (16-19 al 12’). Appena la fatica inizia a farsi sentire, la differenza in campo la fanno giustamente le rotazioni: dalla panchina di Venezia escono energie freschissime e in un attimo Bestagno, Kacerik e De Pretto ribaltano punteggio ed inerzia (23-19). Little punge sotto canestro, ma è ancora una glaciale Kacerik a trovare altri due siluri dai 6,75 che propiziano il primo vantaggio in doppia cifra per l’Umana: 31-21 al 15’. Pastore e Gemelos confezionano l’acuto che mantiene la partita avvincente (31-24), poi però la difesa di Molino nulla può opporre alle maggiori soluzioni offensive delle veneziane che allungano sul finale del quarto, chiudendolo in vantaggio per 43-27.

I secondi due tempi sono di grandissima fatica per la Dike: nonostante capitan Pastore provi a tenere a galla le proprie compagne (47-30), Walker fa toccare per la prima volta il +20 alla Reyer (50-30 al 24’). Con questo divario finirà anche il terzo quarto (57-37) ed è ovvio che la partita abbia già decretato il proprio padrone con un quarto di anticipo.

La formazione napoletana ha comunque il pregio di non arrendersi quando sarebbe semplice farlo: l’ultimo periodo così è tutt’altro che scontato perché De Cassan e Di Battista assicurano minuti di qualità in campo, ed il trio Gemelos-Diene-Dacic sostiene con energia l’attacco ospite. Proprio alcune giocate di Dacic ben imbeccata da un’ottima Pastore, ricuciono il divario tra le due formazioni: negli ultimi due minuti poi le triple di Carta e Gemelos fissano il finale sul 75-62.

I tabellini.

Saces Mapei Givova: Di Battista 4, Gonzalez ne, Cinili ne, Pastore 6, Carta 6, Diene 13, Harmon ne, Dacic 10, Gemelos 23, De Cassan.

Umana Venezia: Micovic 6, Bestagno 5, Carangelo 5, Kacerik 9, Williams 2, De Pretto 13, Dotto ne, Madera 4, Little 11, Togliani 6, Walker 14.