IL CONTO ALLA ROVESCIA E’ FINITO: PER LA SACES MAPEI GIVOVA INIZIANO I PLAY-OFF

Finalmente il tempo dei play-off è arrivato: martedì sera nella suggestiva cornice del Taliercio di Mestre, la Saces Mapei Givova inizia la propria avventura nella sfida che porterà la vincente di due gare su tre a giocarsi la semifinale scudetto.

La Dike arriva a questo appuntamento in ottima condizione fisica e col morale decisamente alto:

Da un mese ci stiamo preparando per farci trovare pronti a questo importante appuntamento,

ci racconta Nino Molino,

ed abbiamo approfittato di ogni allenamento, a cominciare dal fine settimana in cui il campionato si fermava per la final-four di Coppa Italia, per consentire a Pastore e Chesta di arrivare nella migliore condizione possibile a queste sfide. Posso dire che sia sotto l’aspetto fisico che mentale le ragazze hanno raggiunto un buon livello di forma, rispettando il programma che insieme allo staff avevamo predisposto.

La sfida con Venezia metterà a confronto due formazioni che durante la prima fase hanno terminato con un pareggio il computo degli scontri diretti, e che al termine del campionato hanno fatto registrare statistiche di squadra clamorosamente similari: meglio la Dike comunque nelle percentuali di tiro e nei punti realizzati, preferenza alla Reyer per quanto attiene ad assist e rimbalzi totali. Per passare il turno bisognerà violare il palazzetto lagunare e la Saces Mapei Givova proverà a farlo dopo aver solo sfiorato la vittoria appena un paio di settimane fa:

Si, nell’ultima trasferta della stagione abbiamo fatto visita alla Reyer e conosciamo perfettamente i pregi di una squadra che fa dell’organizzazione, dell’intensità difensiva e dell’atleticità il proprio marchio di fabbrica. Sappiamo però anche come metterle in difficoltà, e lo abbiamo dimostrato in entrambi gli incontri in cui le abbiamo affrontate quest’anno. Stiamo provando diverse soluzioni sia difensive che offensive per provare a sorprenderle, ma attendiamo che sia il campo a giudicare il nostro lavoro.

La squadra di Liberalotto può contare su di un mix eccellente di giocatrici giovani ed esperte che presenta pochi punti deboli:

Affrontiamo un ottimo collettivo che ha in Fontenette la guardia che sa costruirsi buoni tiri dal palleggio e pungere in contropiede, ed in Walker l’atleta dotata di fisicità ed atipicità che riesce a far male sia fronte a canestro che correndo bene in campo aperto. Il trio delle straniere è completato da Ruzickova, autentica veterana del nostro campionato ed in grado di garantire un rendimento sempre importante vicino a canestro. In cabina di regia si alternano tre giovani atlete come Carangelo, Dotto e Melchiori che sono in grado di assicurare spinta al gioco, imprevedibilità e buona pericolosità nel tiro da fuori. Per non parlare di Micovic e Favento che proprio dalla lunga distanza possono sorprenderci con la loro precisione. Completano le rotazioni delle lunghe Sandri e Cubaj, che entrano spesso dalla panchina ma assicurano sempre fisicità e grande presenza. Sappiamo che andiamo ad affrontare in casa propria e col vantaggio del fattore campo a favore, una delle migliori formazioni del campionato: ma arrivati fin qui, vogliamo provare ad andare avanti.