IN CASA SACES MAPEI SORBINO E’ TUTTO PRONTO PER IL GALA’ DELL’OPENING DAY

Alla vigilia della prima giornata della nuova stagione del massimo campionato di Serie A1, il vicepresidente della Dike Basket, Pino Zimbardi, rappresenta con queste parole l’identità della squadra costruita per la prossima stagione:

All’inizio di ogni nuova stagione agonistica si è inevitabilmente portati a ragionare in termini di obiettivi da perseguire che, seppur con la dovuta prudenza, ogni società traguarda piuttosto in alto nella propria graduatoria di merito. E’ il campionato delle buone intenzioni, quello che precede l’unico che conta e che, implacabilmente, si riscontra esclusivamente sul campo, a partire dallo spettacolare Opening Day che quest’anno inaugura, in una grande città come Torino, il nostro meraviglioso campionato (permetteteci di ritenere esagerato e un po’ stonato lo scetticismo attorno al basket italiano). Nemmeno noi della DIKE ci sottraiamo dal manifestare apertamente l’ambizione di continuare a migliorarci; considerando che il risultato del campionato scorso ci ha visto uscire sconfitti solo in semifinale e da chi, poi, ha vinto lo scudetto, il nostro obiettivo è facile da dedurre. Certo, ci saranno molte ed agguerrite grandi avversarie, ma il lavoro fatto sia per consolidare la struttura societaria che per migliorare il patrimonio tecnico, allestendo uno staff ed un roster di altissimo livello, ci fa essere obiettivamente ottimisti.

Nino Molino presenta invece così l’esordio della Saces Mapei Sorbino in questo Opening Day di Torino:

Siamo finalmente giunti al momento dell’esordio in questo campionato, e c’è in noi grande entusiasmo e curiosità per vedere qual è il ruolo che potremmo recitare nel contesto della prossima stagione. Così come è successo in quella scorsa in cui partivamo a ridosso delle prime, vogliamo ritagliarci un ruolo importante anche in questa. Iniziamo il nostro cammino contro un avversario sicuramente ostico come San Martino di Lupari che in queste stagioni è riuscita a stare sempre nelle zone alte della classifica: ciò in virtù di un proprio DNA costruito su di un gioco molto fisico, puntando sulla velocità, e con una squadra costruita in modo atipico potendo contare su due americane come Webb e Marshall pronte sul perimetro ad allargare il campo per non dare punti di riferimento all’interno dell’area. L’avversario è difficile da affrontare, non solo per le qualità dimostrate negli anni precedenti e per l’organico di quest’anno, ma anche perchè arriva a questo appuntamento avendo iniziato la preparazione due settimana prima di noi e soprattutto avendola iniziata con l’organico al completo. Le due americane presenti già dal primo giorno, permetterà loro di partire a razzo come abitudine delle squadre allenate da Abignente. Noi arriviamo a questo appuntamento avendo prima inserito Ress dopo la rieducazione a cui si è sottoposta a seguito dell’infortunio dello scorso anno, quindi ci siamo concentrati sulle tre straniere reduci dalla Wnba, ed infine abbiamo accolto Gonzalez che è arrivata per ultima avendo disputato il campionato mondiale con la propria nazionale argentina. Siamo sicuri di aver allestito una buona squadra e vogliamo guardare lontano: ogni partita deve essere un passo di avvicinamento per migliorare la condizione fisica e l’intesa tra le singole giocatrici. Vogliamo arrivare nelle migliori condizioni possibili a fine marzo quando prima si giocherà la Final Eight di Coppa Italia e poi inizieranno i play-off.

Appuntamento al PalaRuffini per le ore 18 di oggi: Dike Basket – Lupe San Martino di Lupari è il match clou della prima giornata e ci saranno anche le telecamere i SportItalia per trasmettere in diretta l’incontro.