LA SACES MAPEI GIVOVA CHIUDE IN CRESCENDO IL GIRONE D’ANDATA

Nell’insolito orario delle 15, al PalaBarbuto per i cronici problemi degli impianti napoletani, la Saces Mapei Givova centra la quarta vittoria consecutiva e chiude in crescendo il girone di andata. Vittoria che non è stata sufficiente per centrare l’obiettivo delle Final4 di Coppa Italia, ma grande momento di forma per la squadra napoletana.

L’inizio della partita della Dike è travolgente: subito 6-0 e dopo neanche due minuti coach Riga è costretto al time-out visto che Harmon e Dolson comandano il pitturato con troppa facilità. La squadra di Molino non rallenta il proprio impeto, e vola in contropiede con Gemelos per il comodo 16-2 di metà quarto. E’ l’ingresso in campo di Gill che ridà energia alle piemontesi, e sono le sue iniziative a ricamare l’11-0 che al 7’ vuol dire partita totalmente riaperta: 16-13. La zona pari utilizzata dalle ospiti prova ad arginare l’attacco di Pastore e compagne, che con Harmon comandano il punteggio alla fine del primo quarto per 18-14.

Altro inizio di tempo ed altro avvio super per la Saces Mapei Givova: le triple di Gemelos e le grandi iniziative di Harmon, ricreano il solco tra le due squadre restituendo l’11-0 subito qualche minuto prima; al 12’ così è nuovo massimo vantaggio sul 29 -14. Tikvic prova a scuotere le proprie compagne, ma ancora un siluro di Gemelos ed un appoggio di Dolson (38-22) spezzano le gambe alla difesa della Fixi Piramis. Il motivo per cui all’intervallo lungo il tabellone del PalaBarbuto non esprima un divario particolarmente robusto, è da attribuire all’ingresso in campo di Quarta: il capitano torinese piazza otto punti in quattro azioni e così si va negli spogliatoi ‘solo’ sul 42-32 a favore della Dike.

Molto equilibrato l’avvio di ripresa: per le due squadre segnano solo Dolson ed Harmon da una parte e Tikvic e Gill dall’altra, facendo avanzare il punteggio ma non la distanza tra le due formazioni (50-38 al 25’). Piace l’applicazione difensiva della Dike che consente recuperi che entusiasmano i tifosi di casa, e permettono di produrre attacchi in cui Dolson non sembra avere rivali vicino a canestro. Il periodo si chiude 59-46 proprio con la firma di cinque punti consecutivi messi a segno dal centro Wnba, che si ripete immediatamente nella prima azione dell’ultimo parziale riscrivendo il massimo vantaggio (61-46). E’ un quarto di pura amministrazione per la Saces Mapei Givova: la panchina di Torino gioca anche la carta del triplo playmaker per produrre maggiore intensità, ma pur subendo un avvicinamento nel punteggio fino al -8 (61-53 al 35’), Cinili e Carta mettono dentro i punti che chiudono definitivamente l’incontro.

Finisce 69-59 una partita che la Dike ha controllato senza affanni grazie allo straordinario periodo di forma delle sue tre straniere: difficile anche stabilire chi meriti il titolo di Mvp del match, avendo illuminato alternativamente il gioco della squadra di casa e producendo 62 dei 69 punti totali realizzati dalla squadra. Ora per la Saces Mapei Givova ci saranno tre trasferte consecutive prima della sosta natalizia: il 7 gennaio arriva a Napoli la Passalaqua Ragusa…magari sarà la volta buona per le ragazze di Molino di giocare nella propria casa del PalaVesuvio la prima gara di campionato. La dirigenza della Dike ribadisce i ringraziamenti per la sportività e la disponibilità dimostrata dalla Fixi Piramis Torino per l’anticipo dell’incontro, che ha evitato alla città di Napoli un imbarazzante spostamento della partita.

I tabellini.

Saces Mapei Givova: Di Battista, Cinili 5, Pastore, Carta 2, Dien , Harmon 21, Dacic ne, Gemelos 18, Dolson 23, De Cassan ne.

Fixi Piramis Torino: Pertile, Tikvic 17, Verona 3, Milazzo 4, Quarta 8, Marangoni 3, Bocchetti, Salvini, Brunner 7, Gill 17.