Reshanda Gray - Dike Basket Napoli

LA SACES MAPEI GIVOVA CONQUISTA DUE PUNTI PREZIOSI A LA SPEZIA

La Saces Mapei Givova affrontava il fanalino di coda della Carispezia sapendo di non doversi fidare nella maniera più assoluta della classifica. L’obiettivo della società è quello di chiudere la stagione regolare nelle prime quattro posizioni, e sin dalle prime battute si capisce che non sarà una partita facile.

Il primo quarto è un susseguirsi di sorpassi e controsorpassi tra le due formazioni, che non riescono a dare la spallata giusta per incanalare la partita sui propri binari. Il vantaggio Dike di 6-4 è firmato da Gemelos che produce tanta energia in campo non sempre premessa però di azioni positive: alcune sue forzature consentono infatti a La Spezia di mettere la testa avanti per 6-8 con Premasunac al 3’. Si gioca sul filo dell’equilibrio e Napoli trova in Cinili il proprio terminale offensivo più pericoloso: i canestri dell’ala arancione ristabiliscono il nuovo vantaggio di 12-11, prima che il fragoroso ingresso in partita di Plaisance con due triple, fissi il finale del quarto sul 20-16.

Inizio di secondo periodo sprint per la Carispezia che con i canestri da tre punti di Brezinova e Bacchini ricompatta il punteggio a quota 22 in un paio di minuti di gioco. La Saces Mapei Givova trova qualche buona iniziativa di Gray in attacco, ma in difesa soffre la solita vivacità di Premasunac che prova a far scappare la formazione di casa: 25-29 al 16’. Cinili respinge gli affondi di Striulli e De Pretto ed è grazie a lei che Napoli riesce a tenersi a stretto contatto e a mettere la freccia del sorpasso proprio nelle azioni finali: con i punti di Gemelos si va nello spogliatoio sul punteggio di 37-36 per la Dike e con la Carispezia che deve tenere i panchina per lunghi minuti Benic gravata di tre falli.

Ad inizio ripresa la Dike mostra decisamente un’altra faccia: cinque minuti di grande basket producono il parziale di 17-4 grazie alle invenzioni di Gemelos e la fisicità di Gray. Il punteggio è fissato sul 54-40 che sull’economia della partita si traduce come l’allungo che si dimostrerà decisivo per le sorti del match. La Saces Mapei Givova controlla bene il punteggio, e al 28’ Plaisance permette di scrivere sul tabellone sempre un vantaggio in doppia cifra per le viaggianti: 58-48. La Spezia non vuole mollare ed ha il merito di non disunirsi trovando anzi con De Pretto il guizzo di fine terzo periodo per il 58-50 conclusivo.

Ultimo parziale di tempo nel segno di Gray e Gonzalez: il play in maglia Dike segna prima la penetrazione e poi la tripla che al 34’ ricreano una buona distanza di sicurezza dalla Carispezia sul 68-54. La formazione di casa ha comunque il merito di non tirare i remi in barca, e nonostante Gray sia nel frattempo diventata incontenibile nell’aria avversaria, prima De Pretto (75-65), poi Striulli (77-68) ed infine Premasunac (77-71 al 39’) indovinano le carambole dalla lunga distanza che potrebbero lasciare ancora spazio a qualche speranza nel finale. Gemelos è freddissima dalla lunetta ed il suo 2/2 manda i titoli di coda su una vittoria sofferta quanto meritata per la squadra di coach Molino: finisce 82-72 e da domani in casa Saces Mapei Givova sarà già tempo di pensare al big match di domenica prossima quando al PalaCaravita arriverà Ragusa.

I tabellini.

Saces Mapei Givova Napoli: Pastore 2, Cinili 12, Carta 2, Chesta 0, Gonzalez 8, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 27, Gemelos 16, Plaisance 15.

Carispezia La Spezia: Striulli 12, Nori 0, Aldrighetti ne, Corradino 0, Premasunac 26, De Pretto 20, Brezinova 7, Bacchini 5, Benic 2, Linguaglossa 0, Carrara ne.