LA SACES MAPEI GIVOVA DEVE ARRENDERSI AD UNA GRANDE SCHIO IN GARA 3

Al termine di una gara in cui il Famila ha dimostrato tutto il proprio valore e determinazione, la Saces Mapei Givova è costretta ad arrendersi (49-74 il finale), dopo una sfida che l’ha vista sempre rincorrere la formazione di Vincent.

Ora la serie è nuovamente a vantaggio delle venete, e domani sera c’è grande attesa per una gara 4 di semifinale in cui la Dike si giocherà la chance per portare la semifinale alla ‘bella’. Sarà insomma un’altra grande serata di basket quella che attende i tifosi napoletani che ieri hanno affollato le tribune del PalaVesuvio rendendolo straripante per calore ed entusiasmo.

La Saces Mapei Givova ha provato ad indirizzare la partita sui binari della transizione e della foga agonistica, ma niente ha potuto al cospetto di un Famila che è partito subito fortissimo (0-7 al 2′ e 2-10 al 4′) sospinto dai canestri di Miyem ed Anderson. La Dike è apparsa particolarmente contratta in avvio, ed ha provato a reagire affidandosi a Cinili ed Harmon che infatti hanno rimesso in gioco la squadra: all’ottavo minuto il punteggio è diventato 11-20. Nonostante Anderson continuasse a rappresentare un’autentica spina nel fianco della difesa napoletana, ad un minuto dal primo intervallo la Saces Mapei Givova con la tripla di Gemelos ha riaperto definitivamente i giochi (16-22). E peccato che proprio allo scadere Zandalasini abbia trovato una delle poche conclusioni vincenti della serata per il 16-24 della prima pausa.

Il secondo quarto si rivela molto difficile per l’attacco di casa che trova il primo canestro solo al 14′ con Harmon, dopo che Yacoubou aveva scavato un altro break a favore del Famila (18-30). La tripla di Gatti a metà periodo è una mazzata che fa male al punteggio (18-35) ed al morale della squadra in maglia bianca. Miyem due minuti dopo inventa l’appoggio del 18-41, e qui la Dike trova una piccola reazione grazie a Gemelos e alla bomba di Cinili che permettono di andare al riposo lungo sul 24-43.

Il terzo quarto è quello decisamente più brillante per la formazione di casa: sospinte da un pubblico meraviglioso, Pastore con i tiri liberi, Cinili in sospensione, e Gemelos con un’autentica invenzione in penetrazione, producono in un paio di minuti il 30-43. La partita sembra possa riaprirsi perchè ora è Schio ad avere qualche difficoltà in attacco, ed una grande Cinili trova un altro siluro dalla lunga distanza del 33-45 al 26′. Peccato che la squadra di Molino non riesca a capitalizzare a dovere il grande volume di gioco espresso in attacco in questi minuti: nonostante un gran ritmo impresso al proprio gioco con Harmon si tocca lo svantaggio minimo al 28′ sul 38-49. Manca però la spallata giusta e sempre Miyem confeziona il canestro più libero supplementere che fa respirare il Famila e permette di chiudere il terzo intervallo sul 38-52.

Nell’ultimo quarto l’inerzia è subito di Schio che si affida alle proprie straniere per ricacciare definitivamente indietro nel punteggio di Napoli: al 32′ è nuovo massimo vantaggio esterno sul 38-56, che diventa 40-62 al 36′. Nonostante l’incitamento di un pubblico che non si arrende mai, la Saces Mapei Givova non riesce a riavvicinarsi più: non bastano i canestri di grandissima classe di Cinili a tenere vive le speranze di recupero partenopee. Il punteggio finale è severissimo: il Famila allarga infatti il divario nei secondi conclusivi e con la bomba di tabella di Dotto archivia gara 3 sul 49-74.

I Tabelini.

Saces Mapei Givova: Di Battista, Gonzalez, Cinili 17, Pastore 3, Carta, Diene 2, Harmon 12, Dacic 2, Gemelos 13, De Cassan.

Famila Wuber Schio: Yacoubou 10, Gatti 6, Miyem 15, Tagliamento 4, Anderson 13, Masciadri 2, Zandalasini 7, Ngo Ndjock 2, Dotto 7, Macchi 8.