LA SACES MAPEI GIVOVA REGINA DEL MERCATO: ARRIVA IN ITALIA KELSEY BONE!

Non ha perso tempo la Saces Mapei Givova nella ricerca della straniera da integrare alla squadra dopo la decisione di Dolson di uscire dal contratto con la Dike. Alla ricerca di ingaggi ancora più faraonici di quello siglato qualche mese fa, la sua assenza aveva pesato come un macigno nella sconfitta contro Ragusa. Serviva un intervento sul mercato rapido e di grande valore: la dirigenza non ha perso tempo dicevamo, e probabilmente ha messo a segno un colpo ancora più suggestivo. E’ ufficiale la firma che legherà alla formazione napoletana fino al termine della stagione Kelsey Bone!

Quinta scelta assoluta nel draft del 2013 da parte delle Liberty di New York, Bone è un ala-pivot alta 1,93 m che ha appena compiuto 26 anni. Ragazza giovane quindi, con alle spalle però già una grande esperienza nella Wnba e lontano dagli Stati Uniti.

Andiamo con ordine nel raccontare che una volta completati gli studi collegiali nel Texas A&M ’13, Kelsey che come padrino di battesimo ha un certo Antonio Davis (un giocatore che ha giocato per 13 stagioni ad alti livelli nella NBA..), ha disputato 170 partite nella Wnba con una media generale che racconta di quasi 10 punti e 6 rimbalzi di media ad incontro in 22 minuti di utilizzo! Numeri da giocatrice di valore assoluto che dopo il primo anno trascorso da rookie a New York nel 2013, ha disputato due stagioni in maglia Connecticut Sun ed una con quella delle Phoenix Mercury. Grandi e prestigiosi i riconoscimenti a titolo personale ricevuti in questa sua prima parte di carriera: in questa sede basterà ricordare solo che nel 2013 arrivò la convocazione nell’All-Rookie Team, mentre nel 2015 accanto all’autorevole convocazione per l’All-Star in cui solo le più grandi sono chiamate a sfidarsi, è arrivato l’ancora più rilevante riconoscimento di Most Improved Player che ha certificato la crescita esponenziale che aveva fatto registrare quell’anno.

Giocatrice straripante, dotata di piedi veloci al servizio di un fisico devastante (oltre i 193 cm si segnalano quasi 100 kg di muscoli…), Kelsey Bone è stata già vista in Europa con la maglia del Galatasaray dove ha disputato l’Euroleague nel 2014 e nel 2015. Il colpo della Dike assume quindi un significato ancora più significativo se si considera il rapporto tra la qualità della giocatrice ed i tempi ristrettissimi in cui la trattativa è stata avviata e conclusa.

Troppo ghiotta l’occasione di poter rivolgere a Kelsey già alcune domande in attesa del suo imminente arrivo, ed allora eccole le sue prime parole direttamente da Las Vegas riguardo la vigilia di questa sua prossima avventura:

Sono stata molto fortunata a giocare in due continenti e anche in WNBA! Anche se ogni paese ha un suo stile di gioco e soluzioni tattiche diverse, una cosa rimane costante: tutti competono ad un livello elevato! Come giocatrice WNBA è proprio questo ad essere entusiasmante, giocare in un paese e competere al livello più alto!

Una grande giocatrice che arriva a ricoprire il ruolo che è stato di Dolson fino a pochi giorni fa…

Io e Stefanie ci conosciamo da anni! Siamo entrambe giocatrici americane interne e il nostro gioco ha dei punti in comune. Abbiamo molto rispetto l’una dell’altra e sono davvero contenta di iniziare da dove lei ha lasciato!

La Saces Mapei Givova col tuo tesseramento conferma di voler arrivare fino in fondo, hai avuto modo di informarti del livello del campionato italiano?

Ho seguito la lega italiana negli anni, ho amiche che giocano nel campionato italiano. Ogni volta che gioco l’obiettivo è vincere il campionato! Darò alla Dike tutto quello che ho!

Insomma, i tifosi napoletani possono continuare ad alimentare i sogni in relazione a questa Gu2to Cup 2017-2018: con la meravigliosa notizia dell’ingaggio di Kelsey Bone il nuovo anno sembra essere iniziato con la sensazione che possa essere ricordato.

Kelsey si aggregherà alla squadra di Molino appena ultimate le pratiche legate al visto: dall’altra parte del telefono la voce è quella di una giocatrice che non vede l’ora di cominciare…e noi non potevamo aspettarci un colpo di mercato migliore!