LA SACES MAPEI GIVOVA SCONFITTA IN CASA DALLA PASSALACQUA RAGUSA

Si preannunciava come una partita spettacolare e dal risultato incerto quella tra la Saces Mapei Givova e la Passalacqua Ragusa, e le attese non sono state tradite.

Vince la formazione di Gianni Recupido, e lo fa al termine di 40’ in cui pur avendo condotto per gran parte del tempo, alla fine la palla della vittoria l’ha sprecata la Dike. Tanti i punti di interesse nella partita in cui Molino affrontava il proprio recente passato chiedendo al gruppo continuità dopo la vittoria a La Spezia, mentre Recupido doveva verificare la qualità del proprio lavoro una volta archiviata la schiacciante vittoria contro Schio.

Le motivazioni si equivalgono in campo, quanto il punteggio sul tabellone: nel primo quarto Ragusa parte forte con Consolini e Spreafico ma la Dike non va mai sotto il possesso di svantaggio e con Gray impatta sul 10-10 all’8’. La Saces Mapei Givova appare particolarmente contratta ed è fondamentale nell’economia del proprio gioco l’energia espressa dal suo pivot titolare, che con Larkins ingaggia un duello veramente stellare sotto i tabelloni! Il quarto si chiude 13-14 grazie alla tripla che una Cinili non al meglio a causa dell’infortunio alla mano, indovina allo scadere.

Ragusa inizia meglio anche la seconda frazione: in realtà gli attacchi delle due squadre non producono soluzioni particolarmente efficaci e allora la differenza nel punteggio la scava la maggiore aggressività in difesa delle ragusane. Il 6-0 disegnato da Vanloo determina il 13-20 a cui una carica Gemelos risponde prontamente. A metà quarto, Gray trova il 19-22 ma è Consolini al 17’ a riportare le biancoverdi sul 19-26. La Dike si affida ancora a Gemelos per ricucire lo strappo ma ci riesce solo in parte perché dopo il canestro della guardia Usa, lo scambio di triple in rapida successione tra Plaisance e Ndour mantiene pressoché immutato lo svantaggio per la formazione di casa e si va al riposo sul 26-31.

Terzo periodo dai due volti: prima parte decisamente ad appannaggio della Passalacqua: Larkins è molto motivata ed il suo 2+1 al 23’ permette il 32-38, che poi al 27’ diventa 36-44 grazie alla straordinaria capacità di Formica di entrare dalla panchina e rispondere immediatamente presente. Napoli però con il gran canestro di Gemelos e la buona idea di Molino di mandare in campo Chesta e Carta, domina gli ultimi minuti di gioco ed impatta sul 46 pari proprio grazie al play cagliaritano. Ndour gela il Caravita con la bomba sulla sirena che interrompe lo sprint della Dike, e consente alle viaggianti di iniziare anche gli ultimi decisivi dieci minuti partendo in vantaggio per 46-49.

Si fa subito dura per la Saces Mapei Givova la ripresa del gioco perché sempre Ndour riparte esattamente da dove ci eravamo lasciati: altra tripla che fa malissimo al morale della Dike, e 46-52 per un immediato mini-allungo. Per Napoli è l’inizio di una bruttissima fase di gioco perché per quattro interminabili minuti, Plaisance e compagne non trovano mai la via del canestro avversario: Ndour, sempre lei, chiude il 10-0 che al 34’ manda la Passalacqua sul 46-59. Quando Vanloo in pieno controllo dei ritmi della partita, indovina la tripla siderale del 48-62 appena un minuto dopo, sembra che il match abbia scelto definitivamente il proprio padrone. Non sarà così: la Saces Mapei Givova col canestro più tiro libero supplementare prima di Gonzalez e poi di Gray, ci mette appena un paio di minuti per ritornare in gioco: 58-64 al 37’. Ragusa non ne indovina più una e Cinili sgancia il siluro del 61-64 che fa esplodere il palazzetto; non finisce qui, anzi Napoli non la smette più e Gray come un leone graffia ancora la difesa ragusana e l’aggancio è ormai completato: manca un minuto e il parziale di 15-2 equivale al 63-64 con cui si giocano gli ultimi possessi. Ragusa non trova più la via del canestro e allora la vittoria diventa clamorosamente alla portata della formazione di casa: peccato che la rincorsa si fermi sul più bello visto che prima Plaisance si fa cogliere in un dubbio fallo in attacco, e poi nell’ultima azione Gonzalez spreca il possesso decisivo con un’iniziativa personale poco redditizia. Il fallo sistematico manda Vanloo in lunetta: doppia realizzazione e con tre secondi da giocare ci sarebbe ancora il tempo per provare l’aggancio. Serve un rapido tiro dalla lunga distanza, ma la fatica della rimonta appanna anche nell’ultima azione le idee delle napoletane, e la partita finisce 63-66.

I tabellini.

Saces Mapei Givova: Pastore 0, Cinili 11, Carta 4, Chesta 2, Gonzalez 5, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 19, Gemelos 12, Plaisance 10.

Passalacqua Ragusa: Larkins 10, Consolini 10, Gorini 0, Valerio 0, Spreafico 6, Formica 10, Bagnara 2, Brunetti ne, Vanloo 13, Ndour 15.