LA SACES MAPEI GIVOVA STUDIA PER DIVENTARE UN’IMPRESA VINCENTE

Nella splendida cornice del Centro Futurama Sport di Volla, le atlete della Saces Mapei Givova accompagnate dall’intero staff tecnico e dirigenziale, parteciperanno giovedì pomeriggio con inizio dei lavori previsto per le ore 18:00, all’incontro ‘Diventa un imprenditore Vincente’. Il convegno è stato promosso ed organizzato da ImpreFocus, Sport and Marketing e Studioboost ed è aperto ad imprenditori, commercialisti e professionisti del credito, con la finalità di fornire indicazioni ed aggiornamenti normativi utili alla realizzazione di una politica di gestione aziendale vincente. Il Dottor Franco Cardone presiederà i lavori, e passerà in coda alla rassegna, la parola alla Team Manager della Dike Basket, Alessia Guardascione, per la presentazione della squadra.

Sarà come sempre il Vice Presidente della Saces Mapei Givova Pino Zimbardi a trasmettere il saluto della Dike Basket, e proprio lui ci spiega il motivo della partecipazione di una squadra di pallacanestro ad un convegno su tematiche imprenditoriali:

Le affinità tra il mondo sportivo e il mondo delle imprese è già nei termini di presentazione di questo interessantissimo convegno: impresa e vittoria. Infatti, la vittoria è l’obiettivo che contraddistingue inequivocabilmente qualsiasi attività sportiva: l’impresa è quella che occorre compiere per ottenerla, se si vuole l’eccellenza. Nello sport è molto più facile definire quale sia la vittoria, anche perché si collega ad un avversario da battere. Nelle imprese, invece, il successo è un po’ più complicato da definire. Pertanto, è per noi estremamente interessante seguire questo convegno, tanto più che, e non è trascurabile, le società sportive sono anch’esse delle aziende, benché molto particolari.

Sarà interessante confrontarsi con professionisti che legano il proprio successo ad iniziative imprenditoriali, in cui l’aggiornamento e la programmazione risultano spesso decisivi; in fondo, la gestione di una società sportiva a certi livelli, non è troppo distante dalle procedure osservate da aziende in altri mercati di riferimento:

Si, una società sportiva è sostanzialmente un’impresa che necessita di un’organizzazione che, come detto, molto ha a che fare col mondo delle aziende, pur con delle differenze importanti. Infatti, in una società come la nostra devi dotarti comunque di un’organizzazione dirigenziale preparata ed efficiente, di un settore amministrativo competente ed affidabile, al pari di una qualsiasi impresa. Al tempo stesso, deve avere anche personale qualificato che svolge fondamentali attività di supporto e, infine, devi ingaggiare  staff tecnico e atlete che rappresentano il tuo bene fondamentale ma che, come noto, è soggetto a un frequente e inevitabile ricambio, tanto che non è facile identificarlo con un patrimonio stabile della società. Questa è la prima delle differenze con le altre imprese; la seconda, è che le società sportive non legano il proprio successo al profitto economico, ma al risultato sportivo. Un obiettivo fondamentale, pertanto, è la sostenibilità della propria attività, che passa per le sponsorizzazioni (che coinvolgono, quindi, il mondo delle imprese) e per non pochi sacrifici personali, in nome della passione.

La Dike Basket, tra le altre cose, è particolarmente fiera del rapporto che la lega al Centro Futurama di Volla:

Si, perché il Centro Futurama è l’esempio concreto di una visione imprenditoriale d’avanguardia, sia in termini di sostenibilità delle attività sportive ed agonistiche, sia in termini di ritorno d’immagine per obiettivi più propriamente economici. Questo convegno ne è la prova tangibile, ed una visita alla foresteria delle atlete Dike o alle strutture sportive del centro lo confermano inequivocabilmente.