La penultima giornata della prima fase della Gu2to Cup si giocherà sabato sera alle 20:30 per favorire gli impegni della nazionale di coach Crespi, e per la Saces Mapei Givova è previsto l’impegno casalingo contro la Meccanica Nova Vigarano. Purtroppo il campo di gioco sarà nuovamente il Caravita, e speriamo che possa trattarsi dell’ultima gara lontana dal PalaVesuvio.

La Dike è rientrata dalla trasferta di Broni con ottime indicazioni e Nino Molino focalizza l’analisi della partita su alcuni aspetti:

Sono contento perché sono arrivati i due punti nonostante una delle nostre priorità fosse inserire Bone nel nostro sistema di gioco. Conoscevamo quindi le difficoltà e le insidie di un incontro, in cui ho voluto ‘forzare’ il suo utilizzo in campo per abituarla ai ritmi di gioco: riuscire a farla giocare venti minuti, coinvolgerla il più possibile e portare a casa la vittoria, non era una cosa scontata. Possiamo quindi ritenerci soddisfatti di aver centrato il nostro obiettivo anche se avremmo potuto soffrire meno: penso in particolare all’azione con cui Wojta ci ha portati al supplementare, e spero che le mie giocatrici non si concedano più errori del genere.

Con la vittoria di Broni il quarto posto sembra essere ormai acquisito:

Ovviamente dobbiamo battere Vigarano se vogliamo confermarlo: poi attenderemo la fase ad orologio per provare a migliorarci ulteriormente.

Dando un occhio alla classifica della Meccanica Nova invece, si scopre che in virtù degli scontri diretti favorevoli sia contro Torino che contro Broni, può raggiungere ancora il settimo posto in graduatoria. La formazione ben allenata da Andreoli spicca per alcune curiosità statistiche: è seconda infatti nella percentuale di squadra per quanto riguarda le conclusioni da 2 punti (47% dietro alla sola Venezia), ed è la squadra che di gran lunga si affida di più alle conclusioni dalla lunga distanza in tutta la lega (oltre 20 tentativi di media ad incontro):

Vigarano ha dovuto subire parecchi contrattempi legati ad infortuni e defezioni durante la stagione: con la partenza di Samuelson hanno perso un importante punto di riferimento sul perimetro, ma hanno trovato nelle italiane tanti minuti di qualità. La loro punta di diamante in attacco è Zempare che viene cercata tantissimo dalle compagne, mentre il loro marchio di fabbrica continua ad essere un gioco che privilegia la transizione ed il tiro da fuori.

A proposito di Zempare (16 punti e 12 rimbalzi di media ad incontro), si preannuncia una sfida bellissima contro Harmon (19 e 10) sotto canestro; mentre in posizione di guardia Gemelos da una parte (17 pt) e Bagnara (10) dall’altra, potranno divertire il pubblico con le loro giocate.

Gara in diretta streaming sul canale youtube della LBF per chi non sarà al Caravita sabato sera, e costanti aggiornamenti collegandosi ai nostri social si avranno a partire dalle 20.